I migliori Social Network da usare per il Social Media Marketing

by Simone Cavagnoli Ottobre 15, 2019

Sempre più aziende hanno compreso l’importanza di posizionarsi online, sfruttando al massimo i motori di ricerca e i Social Network, che sono tra le pagine web più consultate ogni giorno.

I Social Network diventano quindi un enorme palcoscenico in cui le attività, indipendentemente dalla grandezza, possono ottenere maggiori risultati a livello di marketing e comunicazione.

Fulcro dell’attenzione per chi desidera ottenere risultati sono Facebook, Instagram e Linkedin: tre piattaforme che si distinguono per storia, obiettivi e bacino d’utenza, ma anche per la modalità di comunicazione.

Quando mi chiedono “su quale social conviene investire?” la mia risposta è sempre “dipende”.

Sì, perché non esiste un social giusto e uno sbagliato, tutto dipende dagli obiettivi e dal pubblico target per riuscire ad individuare la soluzione migliore.

Perché scegliere Facebook

Nonostante escano ogni anno notizie contraddittorie, Facebook è il social più utilizzato fin dal lancio che lo ha reso il numero uno delle app più scaricate al mondo.

Facebook nasce dall’idea di Mark Zuckerberg, che desiderava creare una sorta di app di dating alternativa dedicata solamente agli studenti dell’università.

Il genio del marketing però ha capito presto le potenzialità della piattaforma, facendola arrivare nelle case di ognuno di noi.

Il Social Network, apparentemente gratuito per gli utenti, utilizza i loro dati per profilarli e mostrare pubblicità da cui trarre profitto; con oltre 2 miliardi di utenti attivi al mese, è una delle piazze mediatiche più grandi in cui fare investimenti.

Tra i motivi per scegliere Facebook per fare Social Media Marketing ci sono il numero elevato di utenti, il costo contenuto rispetto a piattaforme come Linkedin e l’essere particolarmente indicato per il B2C.

Con l’acronimo B2C si intende “Business to Consumer”, il contatto diretto con il cliente senza intermediari.

Perché scegliere Instagram

Quando è nato, non era come lo conosciamo oggi; il Social Network esclusivamente fotografico, nasceva dall’idea nostalgica della Polaroid di cui ricalcava sia i formati di pubblicazione sia l’icona simbolo dell’app.

Instagram diventa rapidamente popolare, soprattutto tra i più giovani che lo utilizzano come alternativa a Facebook, tanto da sfiorarne la stessa celebrità in pochissimo tempo.

La situazione non è sfuggita allo sguardo dell’imprenditore Mark Zuckerberg, che nel 2012 offre una cifra miliardaria per poterlo acquistare.

Da quel momento Instagram cambia notevolmente e diventa una piattaforma business con possibilità di investimento pubblicitario, ma vengono anche implementate ulteriori funzioni apprezzate come IGTV, Stories, direct e reel.

Instagram è un ottimo strumento per il Social Media Marketing. La piattaforma ha dalla sua la grande efficacia della comunicazione visiva, il cuore dell’app si basa proprio sulle immagini e ora anche sui video, che devono saper lasciare il segno.

Inoltre su Instagram l’utente ha una maggiore possibilità di interagire e dare rilevanza al marchio, proponendo anche contenuti personali che possono rafforzare l’immagine aziendale.

Perché scegliere Linkedin

Nasce ufficialmente nel 2002 da un’idea di Reid Hoffman, che desiderava creare un social in grado di connettere aziende e lavoratori.

Il cuore della comunicazione su Linkedin si basa proprio su argomenti professionali, ma è ottimo anche per dare autorità alla propria azienda mostrando i risultati, brevetti e innovazioni.

A differenza di Facebook che è più indicato per il B2C, Linkedin è particolarmente indicato per chi è interessato al Business to Business; il motivo principale è che questo social nasce proprio per allargare la cerchia dei contatti professionali.

Tra i pro degli investimenti su Linkedin c’è il pubblico, composto da utenti interessati al business e alla crescita professionale, offrendo un target più aggiornato grazie ad opzioni di targeting più precise, a scapito di un costo maggiore in termini di investimenti pubblicitari.

Social Shares

Related Articles

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *