Cos’è il Marketing Narrativo?

by Simone Cavagnoli Aprile 15, 2019

Il Marketing Narrativo è l’arte e la scienza di presentare beni, servizi, ambienti aziendali e stakeholder con un approccio attuale e innovativo, lontano dalle vecchie tecniche di pubblicizzazione incentrate solo sul prezzo e la promozione.

È la tecnica ci Comunicazione che porta maggiori risultati ed è attuabile da chiunque, dalla piccola e media impresa e dal professionista, ma per essere efficace, deve essere attuata da un professionista perché implica ricerca, pianificazione e competenze. I migliori storyteller sono capaci di prendere decisioni che portano avanti le loro storie, coinvolgendo l’audience di riferimento tramite la diffusione di informazioni vitali per sostenere la narrazione.

Il Marketing Narrativo può essere realizzato su qualsiasi cosa abbia la necessità di essere sostenuta dal punto di vista comunicativo: un’azienda, un brand, un prodotto, una persona o un evento.

L’elemento fondamentale è quello del metodo: lo storytelling è una cosa seria e non può quindi essere affidato al caso. In particolare, ci sono cinque regole di base che devono essere seguite per realizzare uno storytelling di successo.

Comprendere l’oggetto della narrazione e il pubblico di riferimento. Come parlare con il Tono Autentico

Il Tono e il Carattere della narrazione, devono essere coerenti con le caratteristiche fondanti del brand, del bene e del servizio da vendere. 

Per questo è necessario conoscere bene le caratteristiche distintive e i tratti discriminanti del’offerta, per realizzare una narrazione che risulti in linea con il pubblico di riferimento e quindi sia credibile, coerente ed efficace nei confronti del target di riferimento.

Nello studio preliminare, prendiamo spunto dalla tecnica giornalistica delle 5W

Sono necessarie per ottenere una base solida su cui fondare una storia lineare e coinvolgente. Da qui sarà possibile aggiungere ulteriori dettagli che la arricchiscono, anche deviando parzialmente dalle 5 W, ma mantenendo sempre una struttura significativa come riferimento fisso e inamovibile, di modo da costruire una narrazione degna di questo nome.

  1. Chi è il protagonista della narrazione? È necessario chiarire fin da subito il soggetto della storia
  2. Cosa accade nella storia? L’utilizzo di una trama decisa a priori è fondamentale per non lasciare tutto al caso
  3. Quando avviene la storia raccontata? La contestualizzazione temporale degli eventi è necessaria per facilitare la comprensione al pubblico
  4. Dove si svolge la storia? È fondamentale specificare i luoghi in cui si sviluppa la storia, in modo da aiutare il target a comprenderla meglio
  5. Perché avviene la tua storia? È importante dire quali sono i fattori che motivano il succedersi degli eventi della storia di marca

Il potere dei dettagli e dell’immaginazione

La differenza di una narrazione di marca efficace è nei dettagli e negli elementi specifici della trama. Questi servono per catturare l’attenzione e l’interesse dell’audience, differenziando la storia e caratterizzandola come unica e inimitabile.

Il modo migliore per comunicare i dettagli di una narrazione, è accompagnare il pubblico verso un’esperienza sensoriale: gli elementi distintivi della storia devono emergere dalla percezione dei 5 sensi: queste sono le armi più efficaci per conquistare l’audience.

Un errore da non commettere è però quello di infarcire la storia di troppi elementi narrativi: è necessario scegliere cosa è utile alla narrazione e cosa non lo è, cosa è interessante per il target e cosa è superfluo. Tutto ciò che non è utile in una narrazione è dannoso e deve essere eliminato usato in altro modo.

Un altro aspetto da non dimenticare è quello delle fonti: per sostenere la veridicità e la credibilità, della narrazione, è consigliabile usare fonti qualificate e oggettive, per confermare le asserzioni e le promesse fatte nella narrazione.

 

Mostra, non dire!

Per comunicare un concetto in modo efficace e credibile è meglio evitare di affermarlo esplicitamente, come avviene ad esempio nelle comunicazioni pubblicitarie basate solo sul prezzo e sulla promozione.

È più efficace comunicare indirettamente ciò che si vuole esprimere, attraverso la narrazione degli eventi, facendo sì che sia direttamente il target a comprendere il messaggio, rafforzandone così l’autenticità e l’efficacia persuasiva.

 

Conosci l’inizio e la fine

In un mondo ideale, il narratore conosce esattamente l’inizio e la fine della storia prima ancora di iniziare la narrazione.

Ma nella realtà, spesso che all’inizio non si conosce il finale esatto della storia, per questo sarà poi necessario operare degli aggiustamenti per preservarne la coerenza.

La cosa importante è appunto quest’ultima, la conservazione di un’organicità complessiva della narrazione, in modo da renderla intellegibile e credibile per il proprio audience di riferimento.

Raccontare una storia non è semplice, ma, quando si riesce a farlo nel modo corretto, il risultato è magico e garantito. Solo creando emozioni e connessioni emotive con il pubblico è possibile differenziarsi dai competitor e acquisire nuovi clienti.

Social Shares

Related Articles

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *